Il portale dell'Ultracycling in Italia

Piccoli sacrifici per grandi obiettivi

Piccoli sacrifici per GRANDI obbiettivi

 

 

Questo è il periodo dell’anno dove come  i bambini, conteggiamo i Km percorsi, il dislivello superato e cerchiamo più i “Numeri” piuttosto che la modalità e quindi “Qualità” della stagione trascorsa.

 

Questo è il periodo dell’anno che definisce  la qualità di un Atleta.

Le condizioni Meteo ( il primo freddo sta per arrivare ) farà si che si trovino mille e più scuse per non rispettare le sessioni programmate  oppure il ridurre il volume della sessione in corso.

Ci vuole una grande determinazione e volontà nel gestire tutto questo durante l’inverno, è molto più semplice farlo con un bel caldo primaverile.

Le soluzioni ci sono.

Gli allenamenti indoor, spesso sono ancor visti con diffidenza più  per la monotonia che è  racchiusa in essa (spesso questa monotonia avviene perché le sessioni non sono strutturate e non hanno una specificità in ciò che andremo a fare).

Ricordo, che le sessioni su stazione fissa  (rulli) è mediamente più “stressante”  a livello fisiologico/metabolico di un 25/30%  in più causa surriscaldamento (frizioni muscolari ) e di questo va tenuto conto.

Oltre a questo la stagione richiede attenzione sul piano dell’alimentazione  con qualche altro piccolo sacrificio da affrontare con astuzia.

Perché dico tutto ciò?

Perché Questo è anche  il periodo più adatto per perdere un po’ di peso.

 

Ma perché farlo adesso?

Perché  la riduzione del volume e il mantenere le abitudini alimentari  da “stagione” porterà in breve tempo ad accumulare  quel  peso  poco funzionale (massa grassa).

 

E’ il periodo più adatto per perdere peso perché durante le festività  i piaceri della vita non potranno e non dovranno scontrarsi con gli obbiettivi agonistici della prossima stagione. Ancora una volta l’equilibrio dovrà trovare posto tra la fatica e il piacere .

Questo è un periodo importante. Non  è più il periodo di “transizione”, questo è il momento di gettare solide basi per un glorioso 2018 , non mi stancherò mai di ripeterlo: programmate, programmate il più possibile cosi da avere poi un quadro più completo su quale direzione prendere (specificità ) per raggiungere i vostri obbiettivi.

Il perdere peso può essere raggiunto in moltissimi modi ma quello che vi voglio proporre è  a mio vedere uno dei più semplici e strategici.

Non implicherà lo stress della dieta, molto semplicemente giocherà sulla cronologia dell’assunzione   dei carboidrati.

Questo è uno schema che riassume molto semplicemente l’andamento / cronologia di quando assumere i carboidrati.

Come potete notare verranno sempre assunti dopo l’attività ( per comodità è stata inserita in pausa pranzo) lo scopo ( senza dilungarmi troppo sulla argomento ) è quello di rifornire il nostro organismo  con dei carboidrati per facilitarne il recupero, tralasciandoli in toto nel pasto serale cosi da creare una piccola “deplezione”.

Potremo beneficiare anche del “pseudo digiuno intermittente”: un digiuno prolungato di 12/16 ore (vedi le giornate del Lunedì, mercoledì e venerdì ), per poi rialimentarsi trascorse quelle ore tra sonno e veglia.

Come potrete vedere non parliamo di restrizione calorica , molto semplicemente andremo a “giocare “  sul quando  consumarli .

 

Ricordate: questo è il momento di “stringere” un po’ la cinghia, nelle festività andrà allentata del tutto , almeno questa è la mia strategia che mi ha consentito di affrontare a cuor e peso “leggero” le Avventure da Ultracycler!

Caoch Morandos