Il portale dell'Ultracycling in Italia

Paolo Laureti la prossima sfida? Silk Road Mountain Race

Paolo Laureti, il sognatore di Bike and Dreams ormai è pronto per la sfida che prepara da un anno, si chiama Silk Road Mountain Race.

Ma chi è Paolo Laureti?

Paolo è un ultraciclista dalla provincia di Teramo, conosciuto sia per le sue imprese sportive, (ricordiamo, primo finisher della Northcape 4000 all’ edizione inaugurale),sia per essere il race manager di Race across Italy.

Passato per Race around Austria, 24h del Montello, xtreme24, (qui 2° classificato), ha da qualche periodo spostato i suoi obiettivi verso corse in solitaria, come Transam Bike Race e appunto Northcape4000.

Quest’anno però, per la Grande sfida annuale ha scelto Silk Road Mountain Race.

Ma spiegaci Paolo, che cos’è la Silk Road Mountain Race?

È una gara no stop di 1700km e 30000mt di dislivello che partirà il prossimo 17 agosto da Bishkek capitale del Kyrgyzstan. Lo scorso anno dopo la prima edizione è stata già annoverata fra le gare più dure di questa categoria; A dimostrazione della difficoltà estrema di questa sfida, i finishers erano stati il 30% dei partenti. Nel 2019 partiranno 140 ciclisti da oltre 20 nazioni e con i più forti specialisti nelle ultra endurance in mtb.

Quali sono le caratteristiche del percorso?

Si tratta di un percorso su sterrati, single track, vecchie strada sovietiche abbandonate ed in mezzo ad una natura incredibile e che non si può sottovalutare 12 passi oltre i 3500mt di quota ed un’altitudine media di 2400mt rendono le condizioni climatiche molto imprevedibili con temperature che variano da -10 a +35 gradi.

Quali sono le altre difficoltà di un percorso così esigente?

Attraverserò zone molto remote e per lunghi tratti senza possibilità di rifornimenti di acqua e cibo. Quindi sarà fondamentale la gestione di ogni settore perché il rischio di restare “a secco” è molto elevato.

Come ti sei preparato per una gara così difficile? Quale sarà il tuo equipaggiamento?

Mesi di preparazione con tanto dislivello ed allenamenti specifici(anche a spinta) nell’ultimo periodo. Non si può pensare di arrivare “pronti” come in una gara convenzionale, ma ho fatto il possibile per arrivare bene e “fresco” alla partenza. Sarà fondamentale l aspetto mentale e la capacità di adattamento alle varie situazioni da affrontare in questa gara avventura.

Parteciperò con una MTB cicli ELIOS Code squadra corse front e borse da bikepacking Apidura/Blackburn L abbigliamento tecnico invece è stato realizzato da Steva Avrò un kit per la purificazione dell acqua e cibo per gestire lunghi tratti in completa autonomia Ed ora non resta che partire!

foto: Adamo di Loreto

Seguitemi su https://srmr2019.maprogress.com/

https://www.facebook.com/PaoloLauretiULTRA/