Italian Time Trial CUP, i più grandi specialisti d’Europa in Italia

UIC
Valerio Zamboni, protagonista di una stagione da incorniciare.

Quest’anno ci ha regalato la possibilità di gareggiare anche contro il tempo. Obiettivo, percorrere più chilometri possibile nelle 6, 12 o 24ore.

A decidere il risultato della ITTC CUP 2020 sono state 24h del Montello e Time Trial di San Pietro di Feletto. Due corse all’ apparenza simili, ma con percorsi e condizioni climatiche ben diverse.

Il Montello ha regalato un clima tropicale durante le ore diurne, con punte di 39°C ed un temporale durante la notte, condizione generale a dir poco estrema. La sfida Caretta vs Steinberger la ha fatta da padrona sulla 24h mentre la 12 ha visto Ciot davanti, con un Mario Favini 2°,superlativo nella gestione di gara.

Time Trial è stata più clemente dal punto di vista metereologico, con una notte si fredda, ma una giornata perfetta per pedalare.

Mario Favini, uno dei giovani più promettenti, in azione alla Time Trial 2020

Daniele Rellini si aggiudica la vittoria della 24h under 50, Federico Caretta paga una stagione ad altissimo livello ed un calo di forma nella notte. Ma la Vittoria alla 24h del Montello sarà bastata a conservare la prima posizione?

Scopritelo cliccando il link alla classifica generale della ITTC 2020

Next Post

Anna Mei, 1000K per i Bambini farfalla

Primo tentativo femminile al mondo di ciclismo su pista outdoor su una distanza di 1000 km. Al Velodromo Rino Mercante di Bassano del Grappa (VI) i giorni 9-10 Ottobre 2020 l’ultracyclist Anna Mei tenterà il record del mondo sui 1000 km outdoor: Anna, 53 anni, non è una professionista, se […]